Antiossidanti e radicali liberi



Gli antiossidanti sono molecole indispensabili per il corretto funzionamento dell’organismo ed per il mantenimento di un buono stato di salute e di una pelle perfetta. Gli antiossidanti agiscono infatti proteggendo il nostro corpo dai radicali liberi, molecole altamente nocive responsabili di molte malattie degenerative e dell’invecchiamento biologico.
Alcune sostanze antiossidanti sono molto comuni nel mondo vegetale e sono responsabili, ad esempio della colorazioni di frutta e verdura. Medici e nutrizionisti affermano senza ombra di dubbio che gli antiossidanti vanno assunti con l’alimentazione in quantità adeguate e questo risulta facile dato che ci trovano in alimenti facilmente reperibili.
Radicali liberi
Lo sviluppo dei radicali liberi all’interno dell’organismo è continuo e viene incrementato da un insieme di fattori fisici, psicologici e ambientali quali stress psicofisico, inquinamento, radiazioni, abuso di alcol, farmaci, alimenti dannosi, e malattie.
I radicali sono molecole particolarmente instabili in quanto possiedono un elettrone spaiato nel loro orbitale esterno e tendono a cercare un equilibrio reagendo con altre molecole per “accoppiare” l’elettrone singolo risultando fortemente ossidanti. I questa “ricerca di equilibrio” i  radicali liberi possono interagire molto rapidamente con molecole essenziali per la funzionalità della cellula provocando patologie quali l’invecchiamento cutaneo precoce e malattie anche gravi come il cancro. Un eccesso di radicali liberi  procura all’organismo una situazione di “stress ossidativo”.
L’organismo si difende da questi composti reattivi e pericolosi con le sostanze antiossidanti in grado di fornire ai radicali liberi gli elettroni di cui sono privi.
Antiossidanti
Gli antiossidanti sono dunque molecole capaci di ossidarsi per contrastare i radicali liberi riportando all’equilibrio chimico. Gli antiossidanti presenti negli alimenti, nella frutta e nella verdura in particolare, si definiscono esogeni, ovvero che si possono introdurre solo attraverso la dieta. Questo tipo di antiossidanti si classifica in vitaminici (in particolare la vitamina C e E) e non vitaminici (polifenoli, carotenoidi e minerali). Fra i carotenoidi il rappresentante più importante è il beta-carotene, presente in frutta e verdura di colore rosso, giallo e arancione; i minerali (oligoelementi) con azione antiossidante sono selenio, rame e zinco; mentre i polifenoli (flavonoidi, fenoli e acidi idrossicinnamico)  rappresentano la maggiore fonte di antiossidanti introdotti con la dieta.
Integratori
Gli integratori di sostanze antiossidanti disponibili sul mercato sono necessari solo in condizioni di attività fisica intensa, di dieta scorretta e non equilibrati o se si è colpiti da qualche patologia. In questi casi l’integrazione può aiutare le difese dell’organismo contro i radicali liberi ma risulta superflua su persone non affette da malattie, con una dieta normale e con uno stile di vita sano.
Conclusioni
Frutta e verdura dovrebbero essere consumate giornalmente: 5-6 porzioni pari a circa 600-800 g corrispondono all’apporto di circa 2600-3000 mg di antiossidanti al giorno.
Salutare per i soggetti di tutte le età ma in particolare per le persone anziane che hanno maggiori rischi di contrarre malattie croniche rispetto ai giovani. La produzione di radicali liberi infatti aumenta con l’età e per questo con l’avanzare dell’età bisogna aumentare il consumo di cibi vegetali specialmente crudi e limitare i cibi ricchi di grassi che non permettono un buon assorbimento dei polifenoli. Inoltre il consumo di alimenti di stagione apporta una quantità maggiore di sostanze antiossidanti.
Assumere frutta e verdura giornalmente in maniera costante aiuta ad assicurare una protezione delle cellule contro l’ossidazione.

Il javascript non è supportato dal browser, o risulta disabilitato, alcune sezioni del sito potrebbero non essere visualizzate correttamente